venerdì 28 settembre 2012

Chiamate gli psichiatri.


DI GZ
cobraf.com

Stasera il governo spagnolo ha annunciato una finanziaria di tagli e tasse da 40 miliardi, (facendo rimbalzare il mercato) e Hollande ha annunciato un budget "storico" per la Francia perchè per la prima volta taglierà circa 30 miliardi. I commenti su CNBC, Class o Bloomberg vengono tutti dallo stesso copione, senza sgarrare: "...la Spagna deve impegnarsi a ridurre spese e mettere tasse .... per poter poi ottenere un prestito di 100 miliardi dagli altri paesi da girare alle sue banche...

la Francia deve presentare un piano di riduzione del debito, perchè i mercati altrimenti l'attaccano...l'Italia ha fatto molto con Monti per ridurre il deficit, ma vede aumentare il suo deficit e ora deve preoccuparsi, fare dismissioni...". In altre parole la follia continua e nessuno chiama gli psichiatri.

Una unanimità così di commenti ce l'hai nelle dittature, forse è vero che c'è stato una specie di colpo di stato finanziario perchè su argomenti finanziari non esiste dissenso sui media.

Un dissidente si è espresso fuori dal consenso "europeo" che include tutti i partiti di governo in europa, di sinistra e di destra. Il dissidente noto è Berlusconi oggi a 360 gradi su euro, debito e svalutazione. Ha lasciato fare Monti anche lui per opportunismo, ma mostra chiaramente di sapere che tutta la storia del debito, deficit, spread e austerità è una farsa e una truffa

Contrariamente a quello che martella la propaganda, il debito dello stato è il contrario di quello della mamma, della nonna e dello zio a cui se non lo pagano pignorano qualcosa. Perchè lo stato fa lui le leggi e decide se, come e quando pagarlo, ma soprattutto perchè lo stato emette moneta allo stesso modo in cui emette BTP, per cui può scambiare moneta con titoli di stato come e quando vuole. 

Se lo stato vuole comincia domani a comprare 100 miliardi di BTP al mese, a qualunque prezzo, tanto li tiene fino in scadenza e li paga chiedendo alla Banca centrale di accreditargli 100 miliardi al mese. E tra 20 mesi il debito pubblico italiano... paf..! è sparito

Magia... niente più spread, niente più aste, niente più future sul BTP, sparito tutto. Non è mica una teoria, ci sono articoli tutti i giorni su Reuters che dicono che in USA e Inghilterra quasi tutto il debito pubblico in asta da due anni lo compra la Banca centrale e se continuano così rischiano di far sparire tutto il debito pubblico.

Questo è possibile perchè debito pubblico e moneta non solo "i soldi" che immagini tu, quelli nella cassaforte, ma entrate contabili presso il bilancio della banca su cui si ha il conto, a cui corrisponde a sua volta un entrata nel bilancio della Banca Centrale. E questo bilancio è "a fisarmonica", lo si può dilatare a piacere, come del resto poi Draghi, Bernanke e soci stanno facendo. Per cui il bilancio della Banca Centrale può ingoiare tutto il debito pubblico e farlo sparire. 

E' un guaio se si sostituisce debito pubblico con moneta ? L'unica differenza per chi riceve moneta al posto dei suoi titoli di stato sarà che invece di ricevere un 4 o 6% di interesse non riceve niente. Per cui dovrà trovarsi qualcosa d'altro che gli renda qualcosa. Dura la vita di chi cerca una rendita senza rischio. Fino a prova contraria questo non è un dramma come fare chiudere le fabbriche e le ditte e lasciare tre milioni senza lavoro

Fino a quando il consenso politico rimane bulgaro sul rimanere nell'euro e imporre austerità, tagli e tasse i fondamentali di Italia, Spagna e Francia restano "very bad" (e anche del resto d'europa alla fine)



Nessun commento:

Posta un commento

Followers

Google+ Followers