mercoledì 16 settembre 2009

Creatori del destino.


La speranza è simile ad una magia. E' ciò che ci fa andare avanti, ciò che ci spinge ad agire, camminare, fare, pensare. E' tutto ciò che desideriamo, sono i nostri sogni, le nostre aspettative, le nostre promesse. La speranza è una stella cadente, luminescente, brillante, ammaliante. Ed è sempre nel cielo, pronta ad accogliere le nostre richieste, ad esaudire i nostri desideri. L'uomo senza speranze è un animale rinchiuso in una gabbia, malinconico, solo, timoroso. Guardate un uomo che vive delle sue speranze! Ha negli occhi la luminosità del cielo, ha nel cuore la forza di un elefante. L'uomo che lotta, che combatte, che si adopera per veder realizzati i propri sogni è un eroe, è l'emblema della nostra intelligenza, è la forza che traina il progresso, le scoperte, le invenzioni. E' il motore che crea l'universo e gli dà forma, consistenza.

Speranza. Non è solo una parola. E' la vita. E' tutto ciò che abbiamo da dire, è tutto ciò che chiediamo nelle nostre preghiere. La speranza è un carburante. Quello dell'anima. E' il sangue che ci scorre nelle vene, è la sostanza dei nostri pensieri.

La speranza è magia. E' l'unico vero artificio di cui siamo capaci, quello dal quale siamo capaci di creare qualcosa dal nulla, con la sola forza della volontà. E' la magia delle nostre dita, delle nostre mani. E' la magia dei nostri occhi, dei nostri pensieri. I pensieri prendono vita e diventano reali, come in un tocco. Una scintilla che accende il destino. Un'illusione che diventa realtà.

Siamo capaci di tutto. Siamo in grado di cambiare ogni cosa, di mutare il corso della storia, di smuovere gli oceani e spostare le montagne, allungare un dito e toccare l'infinito. Basta la consapevolezza. Quella di essere capaci. Quella di non essere mai soli, nel cullare le proprie aspettative. Il nostro cuore, la nostra forza, sono qualcosa di eterno, immutabile. Se solo ne fossimo consapevoli, saremmo in grado di fare di questo mondo un posto migliore. Se solo fossimo consci delle nostre possibilità, riusciremmo a regalare ai nostri figli il futuro che si meritano.

Ci sono cose che andrebbero soltanto chieste, per essere ottenute. Solo sperate, per diventare possibili.

Abbiamo una responsabilità, che è più grande e importante di noi stessi. Abbiamo la responsabilità di meritarci l'occasione che ci è stata data. Non possiamo sprecarla inseguendo il sogno del denaro. Che non è un sogno, non è una speranza. Ma solo un inganno.

Ci è stata data l'occasione di vivere.

Sarebbe ingiusto ricambiare, facendo finta di niente.


(Francesco Salistrari, 2009)


Nessun commento:

Posta un commento

Followers

Google+ Followers