lunedì 7 settembre 2009

Collasso.


Vorrei invitare tutti quelli che ne avranno voglia a leggere questo magnifico libro di Jared Diamond, che analizza e studia la vita e il crollo di molte antiche civiltà di cui oggi ammiriamo le rovine. Il testo appare interessante per molti aspetti.
I turisti del futuro visiteranno forse i resti arrugginiti dei grattacieli di New York, proprio come noi oggi ammiriamo le macerie delle città maya?
Più di mille anni fa un gruppo di
Vichinghi, guidati da Erik il Rosso, partì dalla Norvegia e si stabilì in Groenlandia. Lì fondarono colonie, dissodarono la terra, allevarono animali e costruirono chiese fantastiche. Perchè quasi cinque secoli dopo se ne persero le tracce? E perchè sparirono molti altri popoli nel mondo?
Lo spettacolo delle rovine delle antiche civiltà ha in sè qualcosa di tragico.
Popoli un tempo ricchi e potenti sono scomparsi, magari nel volgere di pochi anni, lasciando come testimonianza solo qualche romantico masso sparso nella giungla. In questo saggio Diamond cerca di capire come i collassi del passato abbiano potuto verificarsi, e si chiede se la società contemporanea sia in grado di imparare la lezione, evitando disastri analoghi nel futuro.
Il punto di partenza è un approfondito esame dei casi di chi non ce l'ha fatta: storie grandiose e terribili, famose come quella dei
maya e dell'Isola di Pasqua, o meno note, come quelle degli anasazi d'America. Ma ci sono anche storie meno tragiche, come quelle dell'Islanda o del Giappone; storie di vincitori e vinti, come i casi della Repubblica Dominicana e di Haiti; e infine la storia dall'esito ancora incerto, come quelle della Cina e dell'Australia.
Che lezioni trarne? Siamo davvero in pericolo? Come possiamo evitare di autodistruggerci? Le risposte di
Collasso sono equilibrate e mai catastrofiche, ma comunicano tutta l'urgenza di scelte non più differibili, se vogliamo continuare ad ammirare con serenità le rovine di chi ci ha preceduto.

J.Diamond, Collasso, 2005 Einaudi Editore


Nessun commento:

Posta un commento

Followers

Google+ Followers