lunedì 9 novembre 2009

Schizofrenie d'amore.


Dolce abbraccio gentile.
Amore carnale, passionale, disperato.
Dolce carezza di notte.
Amore speciale, disordinato, surreale.
Dolce, dolce, dolce,
sollievo del cuore, dell’anima.
Dolce, dolce, dolce,
passione d’amore, passione irreale.
Sento le dita graffiarmi la pelle,
sento la lingua passarmi sul collo,
sento le gambe stringersi alle mie…
Sento il tuo respiro sul collo,
i tuoi occhi incollati ai miei,
sento la tua voce soffusa in un vento.
Amore, dolce, carnale, passionale,
mi sono sciolto nel tuo abbraccio,
ed ora mi sento perduto.
Aiutami a lasciarti,
mostrami subito il tuo viso roso dai vermi,
le tue orbite infossate e senza luce,
mostrami subito ciò che diventerai.
Ora sei giovane e bella,
attraente e sinuosa,
ma un giorno diventerai vecchia e cadente,
sporca e maleodorante,
dispettosa e indisponente...
Per cui, dolce amore
Aiutami a guardarti,
aiutami a perdonarti e a lasciarti.
Lo chiedo a te,
amore,
che sei l’unica che non sarà mai capace di ascoltarmi.

(Francesco Salistrari, 2007)

Nessun commento:

Posta un commento

Followers

Google+ Followers