sabato 9 gennaio 2010

Solo lei.

Sublimi.

Come scure perle d'oceano.

Suadenti.

Come ambra millenaria.

Meravigliosi.

Come il giorno e la notte.

I suoi occhi, riflesso di un mondo inesplorato.


Leggiadra.

Come camomilla ondeggiante.

Vellutata.

Come seta d'oriente.

Sincera.

Come scirocco d'estate.

La sua pelle, tesoro sepolto di un tempo perduto.


Luminose.

Come stelle cadenti.

Vermiglie.

Come uscite dal fuoco.

Accoglienti.

Come alcova d'amore.

Le sue labbra, mistica di passioni sublimi.


Sinuoso.

Come profilo di montagna.

Terribile.

Come mare in tempesta.

Fantastico.

Come fiaba medievale.

Il suo seno, avamposto del paradiso.


Lei.

Bella, simile al cielo, simile al mare.

Meravigliosa come un giorno d'autunno.

Dolce come la voce calma del vento.


Soltanto lei,

In mezzo a miliardi di anonimi visi.

Spersa nel coro soffocante di voci che ci opprime.


Solo lei.

Dolcezza immeritata di un istante d'infinito.

Quell'attimo, l'unico, che sei riuscita a donarmi.


(Francesco Salistrari, 2010)




1 commento:

Followers

Google+ Followers