martedì 27 ottobre 2009

Inconsapevolezza d'amore.


Bella bella, come il sole. La guardi e ti sorride il cielo. Ti guarda e ti cambia la vita.

Sono caduto nei suoi occhi, nella loro acqua cristallina, splendente, sincera.

Ho visto il confine alla fine del mondo e l'ho varcato, anche se solo per un attimo.

Ho toccato una nuvola con le dita, deliziandomi della sua consistenza, solo per aver ricevuto una sua carezza.

Bella bella, come la luna. Che sembra triste, anche se non è vero.

Radiosa, semplice, indispensabile.

Ho visto il suo viso dall'oscurità e mi è apparsa la luce, il conforto, la misericordia.

Ho toccato i suoi capelli di seta ed è stato come poter sussurrare all'infinito.

Ho sentito la sua pelle contro la mia ed è stato come impazzire e poi tornare normale, in un attimo, che si è allungato per sempre.

Bella bella, come nient'altro. Anche se lei non lo sa.

Fantastica, come un sogno che prende vita. Anche se lei non lo immagina nemmeno.

Ho toccato una terra lontana, aldilà dei confini conosciuti, e vi ho messo radici.

Ho sentito il calore dell'universo disperdere il freddo di questa esistenza.

Anche se solo per un attimo, ma che vale una vita.

Bella bella. Anche se lei non vuole accettarlo.

La sua, è la carezza di Dio.

Inconsapevole.

Come il mio amore per lei.


(Francesco Salistrari, 2009)

1 commento:

  1. L'amore è un punto di vista l'unico requisito necessario è avere gli occhi

    RispondiElimina

Followers

Google+ Followers