lunedì 27 febbraio 2012

Tiriamo lo sciacquone.


Non basta un'aspirina o qualche altra medicina per mandare via il dolore.

Non c'è cura per il dolore che sento dentro, guardandomi attorno, seguendo le notizie, ascoltando commenti, leggendo provvedimenti, proposte di legge, finanziarie, tagli, riforme.

E' un dolore lancinante allo stomaco, con uno strano retrogusto alla bile.

E' il dolore di vedere nel futuro dell'Italia un'altra stagione del terrore, con bombe ed attentati, con morti e scontri in piazza, con arresti e processi sommari, con la restrizione delle libertà, le nostre, quelle costituzionali.

Non vedo altra via, purtroppo.

Perchè non è possibile sperare che le cose migliorino se a governarci, senza peraltro mandato elettorale, sono proprio coloro che questo sconquasso economico hanno creato. I vari Monti, Passera e compagnia bella, sono i banchieri di oggi di ieri e purtroppo di domani. E il domani del paese non è certo roseo in mano a questa marmaglia di finanzieri d'assalto e a quei quattro truffaldini scaldapoltrone scansafatiche ladri e condannati dei parlamentari che i partiti hanno eletto.

L'anno prossimo, l'anno delle elezioni (saranno davvero libere??), saremo come la Grecia oggi, falliti, prostrati, con milioni di posti di lavoro in meno, con fallimenti aziendali multipli, con disordini sociali sempre più gravi. Sarà veramente dura per tutti.

E se si continuano a sperperare i soldi pubblici come si sta facendo (altro che il governo dell'austerità!) in caccia bombardieri, TAV e altre opere pubbliche inutili dannose e diseconomiche, se si continuano a regalare vitalizi d'oro, doppi stipendi e tutto il resto, se si continuano a tenere in piedi carrozzoni sprecasoldi come le Province, come le Comunità Montane, senza nemmeno tentare di renderle efficienti, o miliardi e miliardi nella Sanità buttati per la gestione pedestre, mafiosa e clientelare che ne hanno fatto per decenni e decenni questi scellerati partiti di merda, cosa vorremo aspettarci dalle prossime elezioni? Cosa aspettarsi da questa classe politica che protegge condannati, prescritti, mafiosi conclamati dietro finte guarentigie parlamentari che erano previste in Costituzione per difendere la libertà di parola e di pensiero dei parlamentari da eventuali attacchi alla democrazia e che invece, usate in questa maniera criminale e amorale, sono diventate esse stesse attacchi alla democrazia?

C'è bisogno di far pulizia, evidentemente. Perchè, non è possibile affidare ancora le sorti dell'Italia a chi il Paese l'ha spolpato, denigrato, umiliato, impoverito. A chi ha destrutturalizzato il tessuto sociale con leggi criminali come la legge 30 (o legge Biaggi) solo per far comodo a industriali, imprenditori e mafiosi.

Basta!

Basta queste facce da cazzo che pretendono anche di venirci a spiegare il perchè dell'attuale situazione.

Non c'è nulla da spiegare.

Vi dovete solo togliere dai coglioni e dare a gente onesta e capace la possibilità di governare questo paese, finalmente, nell'interesse di tutti e non di questi quattro capitalisti ricconi arraffoni e assistiti dallo Stato.

L'Italiano deve arrivare a vergognarsi dei vari Marchionne, dei vari Moratti, Agnelli, Tronchetti Provera, dei Benetton, dei Garrone, dei Della Valle, dei Mercegaglia, dei Profumo, dei Geronzi, Tanzi, Lotito, e merda discorrendo.

Dobbiamo tutti vergognarci di queste merde.

E tirare lo sciacquone dello scarico al più presto.


(Francesco Salistrari)

Nessun commento:

Posta un commento

Followers

Google+ Followers