mercoledì 25 maggio 2011

Un mondo marcio.





E' un sistema marcio.

Da folli.

Un sistema che sta trascinando popoli, ecosistema e pianeta sull'orlo del collasso.

Un collasso economico e sociale, ecologico, morale, politico.

Un mondo fatto di follia, di prevaricazione, di privilegi, di esclusione, di distruzione, egoismo.

Il bluff della democrazia, le balle sul potere al popolo sovrano, sulla scalata sociale, sul welfare, sul consumismo, sul rispetto dei diritti umani, sono una pietra tombale per questa umanità.

Bisogna prendere coscienza (e subito) che il rischio è quello della barbarie. Quando questo sistema arriverà al collasso (e lo farà in breve tempo), scoppierà la guerra tra poveri, dei forti contro i deboli. Ed il mondo si dividerà ulteriormente, tra “cittadelle” di privilegio, chiuse ed autoreferenziali, e zone di perdizione, di guerra, di morte, di disperazione.

Il mondo occidentale ha già organizzato la sua struttura per diventare questo. La società è già irregimentata. Le classi sociali sono già a compartimenti stagni da tempo.

Quando il mondo che conosciamo sarà finito, per noi poveri mortali sarà troppo tardi per fare qualcosa.

Dobbiamo IMPORRE ora e a tutto il mondo un diverso modello di produzione, consumo e distribuzione. Un nuovo modello energetico. Un nuovo modello dei trasporti. Un nuovo modello industriale e agricolo.

E mandare a cagare per sempre il denaro.

Il sistema del denaro, finanziario e tutto l'ambaradan ad essi legato, sono il cancro che sta rodendo dall'interno le prospettive del nostro vivere. Di tutta l'umanità.

Continuare a far finta di niente e “lottare” per avere un briciolo degli avanzi del pasto dei potenti non solo è da stupidi e ignoranti, ma soprattutto da SUDDITI.

SVEGLIATEVI CAZZO!

(Francesco Salistrari)

Nessun commento:

Posta un commento

Followers

Google+ Followers